46.016588, 13.404645
wines

Vitigni Autoctoni

I Vitigni

Ribolla Gialla

Vitigno autoctono, di origini antiche, si ritiene sia la vecchia Rebula originaria dell’isola di Cefalonia. La Ribolla di Rosazzo era già presente nel 1300, sia in Friuli che nella Repubblica Veneta. La sua elevata acidità consente a questo vino di conservarsi a lungo fresco nel tempo.

Pignolo

La presenza di questo vitigno è documentata a Rosazzo fin dal Medio Evo. A rischio di estinzione, il suo recupero e riscoperta parte proprio da pochi ceppi presenti nei vigneti dell’Abbazia di Rosazzo a partire dagli anni ’70/’80. È un vino particolare, di “stoffa”. Ricco di tannini è particolarmente adatto all’invecchiamento.

Picolit

il Picolit è un vitigno antico del quale anche il grande Carlo Goldoni ne ha decantata le quantità definendolo “la gemma enologica più splendente del Friuli”. Vitigno da sempre presente a Rosazzo, viene vendemmiato nel mese di ottobre / primi di novembre e appassito su graticci o su pianta. A partire dalla vendemmia del 2006, questo vino si fregia della denominazione DOCG.

Friulano

Largamente diffuso in Friuli, si esprime al massimo nei Colli Orientali del Friuli. Oggetto di disputa sulle sue reali origini tra viticoltori friulani ed ungheresi, il vino che ne deriva si chiama, dalla vendemmia 2007, solo “Friulano”. È caratteristico in questo vino lo spiccato sentore di mandorla amara.