MENU

DOC FCO Rosso Villa Oleis

Vino molto piacevole, fruttato ed elegante, che raccoglie le uve mediamente strutturate dai vigneti più giovani di Merlot e Cabernet Franc.

Coltivazione
Forma di allevamento: Guyot unilaterale.
Densità d’impianto: 5680 viti per ettaro
Resa: 70 q.li per ettaro
Anno d’impianto dei vigneti: 2002

Vinificazione
Vendemmia manuale in casette, diraspatura delle uve, macerazione tra i 5 ed i 10 giorni. Fermentazione ed affinamento: 50% in acciaio, 50% botte Rovere di Slavonia per 8 mesi.
Imbottigliamento: luglio
Filtrazione non sterile
Affinamento consigliato: al meno 6 mesi
Abbinamenti: Ottimo con grigliata mista, formaggi non stagionati e salumi.
Servire a 18°C.

Scarica la scheda

DOC FCO Bianco Villa Oleis

Vino molto piacevole, fresco ed elegante, che raccoglie le uve mediamente strutturate dai vigneti più giovani di Friulano e Pinot Bianco.

Coltivazione
Forma di allevamento: Guyot unilaterale e Doppio Capovolto
Densità d’impianto: 4500/5680 viti per ettaro
Resa: 70 q.li per ettaro
Anno d’impianto dei vigneti: 2002

Vinificazione
Vendemmia manuale in casette, diraspatura delle uve,
raffreddamento e macerazione di parte del pigiato. Fermentazione: 100% in acciaio.
Permanenza del vino sulle fecce: 4 mesi
Imbottigliamento: marzo/aprile
Filtrazione non sterile
Affinamento consigliato: al meno 3 mesi
Abbinamenti: Ottimo come aperitivo, antipasti, piatti a base di pesce e formaggi non stagionati.
Servire a 10-12°C.

Scarica la scheda

IGT Venezia Giulia Franconia

Pur non essendo molto diffuso, questo vitigno ha trovato sulle marne del Ronco delle Betulle un habitat favorevole. Mediamente corposo, poco tannico, di acidità elevata, ha un colore rubino brillante, profumo vinoso e vivace che lo rende molto piacevole. Può invecchiare a lungo.

Coltivazione
Forma di allevamento: doppio capovolto (cappuccina)
Densità d’impianto: 3000 viti per ettaro
Resa: 60 q.li per ettaro
Anno d’impianto dei vigneti: 1985

Vinificazione
Vendemmia manuale in casette
Macerazione delle uve: 12/15 gg.
Affinamento in tonneaux,
botte di rovere 12/14 mesi
Imbottigliamento: senza filtrazione
Abbinamenti: arrosti, carni alla griglia,
selvaggina e cacciagione.
Servire a 16°C.

Scarica la scheda

DOC FCO Refosco dal Peduncolo Rosso

Vitigno autoctono, di antiche origini, dal colore rubino intenso, ricco di acidità, leggermente erbaceo. I terreni marno-argillosi di collina danno un vino ottimo, di gran corpo che, con giusto invecchiamento assume un sapore gradevolmente amarognolo ed un ampio bouquet a base goudronata.

Coltivazione
Forma di allevamento: Guyot unilaterale
Densità d’impianto: 4500 viti per ettaro
Resa: 55/60 q.li per ettaro
Anno d’impianto dei vigneti: 2001 – 2004

Vinificazione
Vendemmia manuale in casette, tardiva.
Macerazione delle uve: 13/15 gg.
Affinamento in tonneaux e botte di rovere
per 14/18 mesi.
Imbottigliamento: senza filtrazione
Abbinamenti: carni grasse, cacciagione,
piatti tipici regionali.
Servire a 16°C.

Scarica la scheda

DOC FCO Cabernet Franc

Molto diffuso in Friuli, questo vitigno regge bene anche ad estati piovose. Color rosso rubino intenso, pieno e di gran corpo, ha un caratteristico sapore erbaceo. Complesso e speziato nelle annate importanti, si presta ottimamente all’invecchiamento.

Coltivazione
Forma di allevamento: cordone speronato, guyot unilaterale
Densità d’impianto: 5680 viti ettaro
Resa: 55/60 q.li ettaro
Anno d’impianto: 1996 – 2001 – 2004

Vinificazione
Raccolta manuale in cassette, tardiva.
Macerazione delle uve: 15 gg.
Affinamento in barriques, tonneaux,
botte di rovere 12/18 mesi
Imbottigliato senza filtrazioni
Abbinamento cibo: arrosti, carni alla griglia,
selvaggina e cacciagione.
Servire a 16°C.

Scarica la scheda

DOC FCO Pinot Grigio

Corposo ed elegante allo stesso tempo, da giovane è fruttato. Il profumo ricorda i fiori d’acacia. Nel tempo assume un bouquet più largo e complesso, di fieno, frutta secca. Una breve macerazione del pigiato gli conferisce il caratteristico colore ramato.

Coltivazione
Forma di allevamento: Guyot unilaterale
Densità d’impianto: 5680 viti per ettaro
Resa: 60 q.li per ettaro
Anno d’impianto dei vigneti: 2002

Vinificazione
Vendemmia manuale in casette, diraspatura delle uve,
raffreddamento e breve macerazione del pigiato.
Fermentazione a 15°
Permanenza del vino sulle fecce: 5/6 mesi
Imbottigliamento: marzo/aprile
Filtrazione non sterile
Affinamento consigliato: al meno sei mesi in bottiglia
Abbinamenti: antipasti vari, minestre asciutte e in brodo,
piatti a base di pesce, uova, carni bianche e lesse.
Servire a 12°C.

Scarica la scheda

DOC FCO Sauvignon

Dotato di buona struttura e acidità, ha un’aromaticità spiccata e caratteristica, che ricorda il profumo della salvia, la foglia di pomodoro, il peperone. Al Ronco delle Betulle viene raccolto con vendemmie scalari per ottenere un vino corposo e giustamente aromatico allo stesso tempo.

Coltivazione
Forma di allevamento: doppio capovolto e Guyot unilaterale
Densità d’impianto: 5680 viti per ettaro
Resa: 60/70 q.li per ettaro
Anno d’impianto dei vigneti: 1991 – 1996

Vinificazione
Vendemmia manuale in casette, diraspatura delle uve,
raffreddamento e macerazione di parte del pigiato.
Fermentazione a 15°
Permanenza del vino sulle fecce: 5/6 mesi
Imbottigliamento: marzo/aprile
Filtrazione non sterile
Affinamento consigliato: al meno sei mesi in bottiglia
Abbinamenti: ideale con scampi, astice, crostacei,
piatti a base di asparagi, frittate e minestre
con erbe aromatiche.
Servire a 12°C.

Scarica la scheda

DOC FCO Friulano

Assieme alla Ribolla e al Picolit è il vitigno bianco più rappresentativo di Rosazzo. Particolarmente corposo, ha un’acidità piuttosto bassa che lo rende vellutato e morbido, con un delicato sentore di mandorla amara; inoltre al Ronco delle Betulle acquista delle caratteristiche note minerali.

Coltivazione
Forma di allevamento: doppio capovolto (cappuccina tradizionale)
Densità d’impianto: 4500 viti per ettaro
Resa: 70 q.li per ettaro
Anno d’impianto dei vigneti: 1985 – 1988 – 1991 – 2002

Vinificazione
Vendemmia manuale in casette, di raspatura delle uve, raffreddamento e macerazione del pigiato.
Fermentazione a 16°
Permanenza del vino sulle fecce: 5/6 mesi
Imbottigliamento: marzo/aprile
Filtrazione non sterile
Affinamento consigliato: al meno sei mesi in bottiglia
Abbinamenti: prosciutto di San Daniele, minestre,
risotti, piatti a base di asparagi, pesce, uova, frico.
Adatto anche come aperitivo.
Servire a 12°C.

Scarica la scheda

DOC FCO Ribolla Gialla

Vitigno indigeno fra i più antichi del Friuli, già conosciuto ai tempi della Repubblica Veneziana. Pur essendo il meno aromatico tra i bianchi, si fa notare per freschezza ed eleganza. Viene raccolto tardi, a volte dopo alcuni rossi, quando l’uva diventa di un bel colore giallo oro.

Coltivazione
Forma di allevamento: Cordone speronato e Guyot unilaterale
Densità d’impianto: 4500/5680 viti per ettaro
Resa: 60/70 q.li per ettaro
Anno d’impianto dei vigneti: 1991 – 2002

Vinificazione
Vendemmia manuale in casette, diraspatura delle uve,
raffreddamento e macerazione di parte del pigiato. Fermentazione: 90% in acciaio a 15° e 10% in botte grande di rovere
Permanenza del vino sulle fecce: 5/6 mesi
Imbottigliamento: marzo/aprile
Filtrazione non sterile
Affinamento consigliato: al meno sei mesi
Abbinamenti: creme e vellutate, piatti a base di pesce,
verdure, omelette alle erbe, ottimo come aperitivo.
Servire a 12°C.

Scarica la scheda

DOC FCO Bianco Rosazzo “VANESSA”

Di buona struttura e acidità, da giovane ha profumi floreali e fruttati. Con l’invecchiamento assume una fragranza che ricorda la crosta di pane e le erbe aromatiche. È composto per almeno 50% da Pinot Bianco; il resto comprende Friulano e Ribolla Gialla in percentuali variabili. La vinificazione in botte di rovere di parte di Pinot Bianco e Friulano conferisce a questo vino giusto corpo ed eleganza.

Coltivazione
Forma di allevamento: Guyot, cordone speronato, doppio capovolto
Densità d’impianto: 4500/5680 viti per ettaro
Resa: 50 q.li per ettaro
Anno d’impianto dei vigneti: 1991 – 2002

Vinificazione
Vendemmia manuale in casette, differenziata per varietà,
diraspatura delle uve, raffreddamento e macerazione dei pigiati.
Fermentazione: 70/80% del mosto fermenta in acciaio a 15°; 20/30% (Pinot Bianco e Friulano) fermenta in botti di rovere.
Permanenza del vino sulle fecce: 6 mesi
Assemblato ed imbottigliamento: giugno
Filtrazione non sterile
Affinamento consigliato: almeno un anno in bottiglia
Abbinamenti: piatti a base di pesce, risotti,
timballi, raviolo, frico con patate.
Servire a 14°C.

Scarica la scheda

DOCG Rosazzo

La DOCG “Rosazzo”, nata nell’ottobre 2011, produce un unico vino bianco composto da Friulano (almeno il 50%), Sauvignon, Pinot Bianco o Chardonnay e da un eventuale apporto di Ribolla Gialla. La Denominazione di Origine Controllata e Garantita riconosce la tradizione e vocazione millenaria del territorio di Rosazzo.

Coltivazione

Forma di allevamento: Guyot, cordone speronato, doppio capovolto
Densità d’impianto: 4500/5680 viti per ettaro
Resa: 50 q.li per ettaro
Anno d’impianto dei vigneti:1978 -1988- 1991 – 2001

Vinificazione
Vendemmia manuale in casette, differenziata per varietà,
diraspatura delle uve, raffreddamento e macerazione dei pigiati.
Fermentazione: 70/80% del mosto fermenta in acciaio a 15°; 20/30% (Chardonnay e Friulano) fermenta in botti di rovere.
Permanenza del vino sulle fecce: 8 mesi
Assemblato ed imbottigliamento: luglio
Filtrazione non sterile
Affinamento consigliato: almeno un anno in bottiglia
Abbinamenti: piatti a base di pesce, risotti,
timballi, raviolo, frico con patate.
Servire a 14°C.

Scarica la scheda

DOC FCO Rosso Rosazzo “NARCISO”

È composto in prevalenza da Merlot e Cabernet Sauvignon. È completato da Cabernet Franc o Refosco, in percentuali che variano annualmente, secondo l’andamento stagionale. Corposo, elegante, di un rosso rubino intenso. Il lungo invecchiamento in barrique nuove e seminuove gli conferisce eleganza e morbidezza, mentre il bouquet si arricchisce nel tempo di note speziate e liquirizia.

Coltivazione
Forma di allevamento: Cordone speronato, Guyot
Densità d’impianto: 5680 viti per ettaro
Resa: 45/50 q.li per ettaro
Anno d’impianto dei vigneti: 1991 – 2001

Vinificazione
Vendemmia manuale in casette, tardiva.
Macerazione delle uve: 15/20 gg.
Affinamento separato per ogni varietà in barriques
e tonneaux nuovi o seminuovi 16/24 mesi
Imbottigliamento: senza filtrazione
Abbinamenti: piatti importanti a base di carne,
formaggi stagionati.
Servire a 18°C.

Scarica la scheda

DOCG COF Picolit

Vino dolce per eccellenza. Celebre sin dal ‘600 presso le corti europee e papali, anche questo è uno dei vitigni autoctoni che ha trovato nelle marne di Rosazzo il suo habitat naturale. Di colore giallo oro più o meno carico, ha un bouquet ampio che ricorda il profumo dei fiori d’acacia, il miele, la frutta secca. Elegante ed aristocratico, va gustato lentamente per cogliere le sensazioni olfattive e gustative che variano in continuazione.

Coltivazione
Forma di allevamento: doppio capovolto (cappuccina)
Densità d’impianto: 3000 viti per ettaro
Resa: 20 hl per ettaro
Anno d’impianto dei vigneti: 1978 – 2002

Vinificazione
Vendemmia manuale in casette, tardiva,
solitamente entro la prima metà di novembre.
Fermentazione: in barriques seminuove
Permanenza in barrique 6/12 mesi secondo le annate
Imbottigliamento: un anno dopo la produzione
Affinamento: almeno un anno in bottiglia
Abbinamenti: vino da meditazione ma può essere
abbinato ai fois gras, ai frutti di mare (ostriche etc.),
ai formaggi grassi e fermentati.
Servire fresco, ma non troppo freddo.

Scarica la scheda

DOC FCO Rosazzo Pignolo

Vitigno autoctono già conosciuto nel ‘700, dimenticato per lungo tempo, è stato da qualche anno rivalutato, partendo proprio dai vigneti dell’Abbazia di Rosazzo. Questo particolare vino rosso, si distingue per gli aromi speziati e per la sua tannicità. Per questo, oltre che di una vendemmia tardiva, necessita di un lungo affinamento.

Coltivazione
Forma di allevamento: Guyot unilaterale
Densità d’impianto: 5680 viti per ettaro
Resa: 40/45 q.li per ettaro
Anno d’impianto dei vigneti: 1996

Vinificazione
Vendemmia manuale in casette, tardiva.
Macerazione delle uve: 13/15 gg.
Affinamento in tonneaux e botte di rovere 16/20 mesi
Imbottigliamento: senza filtrazione
Abbinamenti: piatti di carne importanti, formaggi stagionati.
Servire a 18°C.

Scarica la scheda